Videosorveglianza e dipendenti

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Il controllo a distanza dei dipendenti è sempre un argomento che fa discutere.

Questa volta il dibattito parte dall’ ispezione condotta dalla questura di Genova, all’interno di un esercizio di una catena commerciale molto conosciuta.

Dai controlli fatti, sono emerse molte irregolarità; vediamo insieme quali:

  •  telecamere orientate direttamente verso il sistema di rilevazione degli accessi dei dipendenti, e non posizionate per finalità di sicurezza;

“nelle attività di sorveglianza occorre rispettare il divieto di controllo a distanza dell’attività lavorativa, pertanto è vietata l’installazione di apparecchiature specificatamente preordinate alla predetta finalità” (Garante)

  • immagini raccolte fruibili con modalità differenti rispetto a quelle concordate;
  • cartellonistica obbligatoria non in regola, poco visibile e inadeguata dal punto di vista delle informazioni;
  • personale impiegato per l’installazione non qualificato e privo di licenza prefettizia.

Quando decidete di installare un impianto di videosorveglianza nelle vostre attività, affidatevi SEMPRE a persone competenti e professionali: questo sia per una vostra tutela (a dimostrazione il caso sopracitato) sia per una tutela della vostra attività e dei vostri dipendenti.

Noi possiamo aiutarvi in questo!

 

FONTE: http://www.secsolution.com

 

Ci siamo specializzati nella produzione di sistemi sicurezza ad alta tecnologia. Come possiamo aiutarti?

Premendo il pulsante, accetti la informativa sulla privacy

Altri articoli

Blog

Se il dipendente abusa dei permessi “Legge 104”, lecito ricorrere agli investigatori privati per controllare le condotte extra lavorative

Con l’ordinanza n. 4670/2019, depositata il 18 febbraio 2019, la Corte di cassazione torna a pronunciarsi con decisione sul licenziamento del dipendente che invece di impiegare le ore di permesso “104” nell’assistenza del familiare le dedichi invece ad attività personali, confermando come una simile condotta sia idonea a ledere definitivamente il vincolo fiduciario indispensabile alla

Blog

Il lavoratore può essere controllato da remoto, ma deve essere informato.

La nuova disciplina dei controlli sul lavoro ha segnato una svolta nell’approccio a questa controversa problematica. Da un lato, ha ridimensionato il ruolo delle autorizzazioni sindacali o amministrative, esentando le imprese dal richiederle per installare gli strumenti strettamente finalizzati al lavoro. Dall’altro, ha osato prevedere che le informazioni acquisite tramite strumenti autorizzati o esentati sono

Do You Want To Boost Your Business?

drop us a line and keep in touch

Dove vuoi che ti richiamiamo?

Premendo il pulsante, accetti la
informativa sulla privacy

Grazie, ti richiamiamo al piú presto!

sei invece hai fretta chiamaci al numero: